Pagina iniziale > K > Karate

Karate

Karate è un termine di origine giapponese che può essere tradotto come "mano pulita". In particolare, possiamo stabilire che è il risultato della somma di due componenti lessicali di quella lingua giapponese: l'aggettivo "kara", che significa "pulito", e il sostantivo "te", che può essere tradotto come "mano".

Nella nostra lingua si accetta anche l'accentuazione sulla prima A (kárate), secondo la Reale Accademia Spagnola (RAE) nel suo dizionario.

Karate è un'arte marziale giapponese che è considerata, soprattutto, un'arte difensiva. Chiamato anche karate-do ("la via della mano vuota"), si basa su colpi secchi eseguiti con i piedi, i gomiti e il bordo della mano.

Una persona che pratica il karate è chiamata karateka. Le origini della disciplina risalgono al XVI secolo, quando emerse da una combinazione di diverse tecniche nelle isole Ryūkyū.

Inoltre, esistono cinque diversi stili all'interno del karate: shotokan, shito ryu, goju ryu, wado ryu e kyokushinkai.

Tra le frasi usate nel karate ci sono frasi come "arigato gozaimas", che significa "grazie" e si dice alla fine di un 'combattimento' con un partner.

In base alla conoscenza che acquisisce e alla sua esperienza, il karateka raggiunge diversi gradi (kyus) - riflessi nel colore della sua cintura - che certificano il suo livello nel karate. I principianti iniziano con una cintura bianca e poi passano alla cintura gialla, alla cintura arancione, alla cintura verde, alla cintura blu, alla cintura marrone e, infine, alla cintura nera, anche se questa scala può variare a seconda della scuola.

Chi ha raggiunto una cintura nera di karate può continuare a salire dal primo dan al decimo dan. Il karateka più avanzato, quindi, è una cintura nera con il grado di decimo dan.

Si deve notare che il karate è diventato popolare nel mondo occidentale a partire dagli anni 50. Più tardi, grazie ad attori come Jean-Claude Van Damme, Chuck Norris e Dolph Lundgren, molti film incentrati su quest'arte marziale hanno contribuito alla sua diffusione internazionale.

Tuttavia, tra tutti questi film dobbiamo sottolinearne uno che è già diventato un classico nella storia del cinema. Ci riferiamo a "Karate Kid", uscito nel 1984 sotto la direzione di John G. Avildsen.

Ralph Macchio, Noriyuki "Pat" Morita, Elisabeth Sue e Martin Kove sono gli attori che dirigono il cast di questo film, che racconta la storia di un giovane (Daniel LaRusso) che arriva in un nuovo liceo, dove non è molto ben accolto da alcuni studenti che praticano il karate e che non esitano a picchiarlo più volte. Così il custode del palazzo dove vive, esperto in questa disciplina, decide di aiutarlo ad imparare il karate in modo che possa competere con loro in un campionato e batterli per affrontare i loro problemi.

Tanto è il successo di questo lungometraggio che, anni dopo, vennero "Karate Kid 2", "Karate Kid 3", "The New Karate Kid" e "The Karate Kid"

The Karate Kid"

The Karate Kid", "The New Karate Kid" e "The Karate Kid"

The Karate Kid", "The Karate Kid" e "The Karate Kid".

Di Annadiane Beik

Kelvin :: Del processo con giuria :: Koala :: Kamikaze

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z