Pagina iniziale > K > Kamikaze

Kamikaze

L'origine etimologica del termine kamikaze si trova in giapponese. In particolare, possiamo stabilire che si è formato dalla somma di due componenti lessicali di quella lingua:
-Il sostantivo "kami", che può essere tradotto come "Dio".
-La parola "kaze", che è sinonimo di "vento" o "respiro".

Questa parola originale può essere tradotta letteralmente come "vento divino", secondo la Royal Spanish Academy (RAE).

La nozione è nata nella seconda guerra mondiale. I piloti giapponesi che facevano schiantare aerei carichi di esplosivo contro vari obiettivi, suicidandosi con l'attacco, erano chiamati kamikaze. Questo era anche il nome dato agli aerei pilotati da questi piloti suicidi.

È interessante notare che, in Giappone, questo nome non era usato. Questo uso dell'idea di kamikaze è stato coniato dagli americani.

I kamikaze erano un'unità speciale della Marina imperiale giapponese. Di solito venivano lanciati contro le navi alleate che avanzavano attraverso l'Oceano Pacifico verso il territorio giapponese.

Con la resa giapponese alla fine della seconda guerra mondiale, l'unità speciale kamikaze fu sciolta. L'ultimo attacco di questo tipo ebbe luogo il 15 agosto 1945.

Mentre l'origine del termine è considerata nella seconda guerra mondiale, dobbiamo stabilire che ci sono altre teorie che affermano che in realtà risale al XIII secolo. In particolare, indicano che nell'anno 1274 quando Kublai Khan e i mongoli inviarono una flotta navale per invadere il Giappone, si scontrarono con il fatto che i giapponesi pregarono gli dei per la loro salvezza e si verificò un tifone che devastò la suddetta flotta. Così decisero di chiamare il tifone "il vento di Dio".

E la stessa cosa accadde qualche anno dopo, nel 1281, quando Kan tentò nuovamente di invadere il Giappone. Non ha potuto farlo perché un altro tifone ha fatto la sua comparsa.

Al momento, un attentatore suicida è conosciuto come un kamikaze, indipendentemente dalla nazionalità. I terroristi in particolare sono chiamati in questo modo: quelli che hanno perpetrato gli attacchi dell'11 settembre 2001 negli Stati Uniti, per esempio, sono chiamati kamikaze.

Chiunque compia un atto sconsiderato, mettendo a rischio la propria vita, è anche spesso chiamato kamikaze: "Guardate quel kamikaze! Sta guidando la sua moto con una benda sugli occhi", "Bisogna essere un kamikaze per cercare di scalare la montagna senza corde", "Nel mezzo della corsa, un kamikaze saltò fuori dalla barca per nuotare con gli squali".

Allo stesso modo, dobbiamo segnalare che "Kamikaze" è una delle canzoni più note del gruppo spagnolo Amaral, formato da Eva Amaral e Juan Aguirre. Era il singolo che capeggiava l'album intitolato "Gato negro, Dragón Rojo", uscito nel 2008 e composto da un totale di diciannove canzoni.

Di Mientao

Karate :: Kelvin :: Del processo con giuria :: Atteggiamento

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z