Homepage > A > Arconte

Arconte

Archon è un termine derivato dal latino archon, a sua volta derivato dal greco árchōn. Secondo il dizionario del Accademia Reale Spagnola (RAE), ecco come i vari magistrati quello, dopo la morte del re Codro, ha diretto i destini di Atenas.

Codro vissuto tra gli anni 1089 e 1068 prima Cristo. Fino al suo mandato furono chiamati i più alti governanti ateniesi basileos. Questo monarca è morto, a titolo di omaggio si decide che nessun altro leader avrebbe dovuto avere lo stesso titolo, con il quale è nato il nome di arconte.

Gli arconti, quindi, lo erano governatori greci. È importante tenere a mente che il potere degli arconti stava cambiando con il passaggio di storia, sebbene questa istituzione sia rimasta in vigore per quasi mezzo millennio.

A livello generale, si può dire che un arconte era un'autorità di una città greca. Nel caso di Atene, all'inizio c'erano tre arconti: l'arconte polemarca (con il comando militare), l'arconte basileus (concentrato sulle questioni religiose) e l'arconte omonimus (incaricato dell'amministrazione delle questioni civili e della giurisdizione pubblica).

Successivamente si passò da tre a nove arconti. I tre arconti principali erano accompagnati da altri sei, conosciuti come tesmótetas. Infine, il segretario, con il quale erano riuniti i dieci arconti.

È importante ricordare che, nell'impero bizantino, c'erano anche gli arconti. In questo caso, il concetto di file potrebbe riferirsi a vari amministratori, nobili e governatori.

L'Arconte Ignoto, ai giorni nostri, è il nome dato all'uomo che, all'inizio del VII secolo, guidò i Sorbi (Serbi Bianchi) dal nord-est dell'Europa centrale alla penisola dei Balcani.

Infinitamente, un arconte è chiamato un essere mitologico o celeste che si dedica alla protezione delle persone per indicazione di una divinità.

Di Jehoash Skura

Pittografia :: Apriorismo :: Climatologia :: Univoco