Pagina iniziale > U > Umanità

Umanità

Il termine umanità deriva da una parola latina relativa alla natura della razza umana. Può anche essere usato per riferirsi a tutti gli esseri umani che abitano il pianeta.

Detto questo possiamo dire che il concetto può riferirsi sia a un atteggiamento o alle caratteristiche di un individuo appartenente a questa specie; così come riunisce tutti gli individui che fanno parte della vita sul pianeta Terra, in quest'ultimo caso serve a fare statistiche o a sollevare problemi di carattere universale.

Va detto che si stima che ci siano più di 6.783.813.000 abitanti sul pianeta. Le statistiche del XX secolo mostrano che, tra il 1950-2000, l'umanità è cresciuta del 130%, più del doppio che nel periodo 1900-1950.

Per quanto riguarda l'atteggiamento. La fragilità umana, la compassione per le disgrazie altrui e la gentilezza sono altre caratteristiche che vengono chiamate umanità, in quanto sono considerate inerenti alla razza umana: "Dovrei vendere la macchina e donare i soldi, è una questione di umanità di fronte a tanta povertà", "Vorrei che i politici mostrassero più umanità per non rubare il denaro pubblico".

Tuttavia, ci sono altre varianti significative del concetto. Può essere usato per riferirsi al corpo di una persona, alla sua anatomia: "La modella decise di togliersi i vestiti e mostrò tutta la sua umanità davanti ai fotografi", "La palla viaggiava a quasi 200 chilometri all'ora quando colpì l'umanità del giocatore, che cadde prono e cominciò a urlare di dolore".

Può anche essere usato per riferirsi a quelle discipline che mancano di rigore scientifico ma per le quali esiste una certa struttura di studio e gestione. Così, le scienze umane sono conosciute come quelle legate alla cultura e alla conoscenza umana. A differenza delle scienze sociali, le scienze umane non pretendono di creare postulati generali o leggi universali. L'arte e la letteratura fanno parte delle scienze umane.

La carestia dell'umanità

Uno dei maggiori problemi dell'umanità è la fame nel mondo. A causa dell'avanzamento inarrestabile della povertà e della mancanza di risorse in alcuni angoli del mondo, milioni di persone muoiono ogni giorno per malattie, malnutrizione e altri problemi.

Secondo le ultime ricerche della FAO, ci sono circa 840 milioni di persone sottonutrite, ovvero il 14% della popolazione umana. Purtroppo, sono state proposte soluzioni che potrebbero aiutare a ridurre questo tasso, ma non sono stati fatti molti progressi. Tuttavia, la soluzione a questi problemi sta nella vera comprensione della nostra specie in termini di etica e giustizia sociale.

Tra le possibili soluzioni alla fame nel mondo, una assolutamente fattibile è quella di cambiare la nostra dieta in una vegetariana. Questo è essenziale se si tiene conto che per produrre solo mezzo chilo di carne commestibile ci vogliono 8 chili di grano e che nella maggior parte dei paesi più del 70% della produzione agricola è usata per l'industria della carne e il 50% dell'acqua.

Il problema non è la mancanza di terra, poiché la terra attualmente in uso potrebbe produrre cibo per una popolazione di 8-10 miliardi di persone, ma la cattiva distribuzione della terra. Questo è strettamente legato agli abusi di potere e alla corruzione.

Un recente studio ha sostenuto che il mondo dovrebbe creare cinque miliardi di vegani nei prossimi decenni, o in altre parole, triplicare il numero di fattorie industriali senza usare più terra.

Di Phelps Foutch

Umiltà :: Umanesimo :: Uragano :: Ostilità

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z